Smartphone-Navigation überspringen
Language
Datori di lavoro

Datori di lavoro

Se i vostri dipendenti hanno dovuto interrompere l’attività lucrativa per prendere a carico figli di età inferiore a 12 anni, per una prescrizione di quarantena o perché é una persona particolarmente vulnerabile, avete diritto all’indennità, a determinate condizioni.

Assenze per custodia dei figli

Se i vostri dipendenti hanno dovuto interrompere l’attività lucrativa perché la custodia dei loro figli di età inferiore a 12 anni e bambini/giovani fino 20 anni da parte di terzi non era più garantita, e voi avete continuato a versare il salario, avete diritto all’indennità.

>   Indennità, requisiti e domanda

Custodia dei figli

Se i vostri dipendenti hanno dovuto interrompere l’attività lucrativa perché la custodia dei loro figli di età inferiore a 12 anni da parte di terzi non era più garantita, e voi avete continuato a versare il salario, avete diritto all’indennità per la perdita di lavoro.

Il bisogno di custodia deve essere causato dai provvedimenti per combattere il coronavirus, come ad esempio la chiusura o l’attività ridotta delle scuole, delle scuole dell’infanzia e degli asili nido, oppure se la custodia è diventata impossibile, poiché era assunta da una persona che ha dovuto mettersi in quarantena.

I genitori di giovani con disabilità che ricevono un supplemento per cure intensive dell’AI hanno diritto all’indennità fino a che i figli compiono 18 anni e quelli di giovani che frequentano istituzioni o scuole speciali chiuse in seguito ai provvedimenti del Consiglio federale vi hanno diritto fino a che i figli compiono 20 anni. Per i genitori di giovani che vengono integrati in una scuola regolare e non ricevono un supplemento per cure intensive, il diritto all’indennità cessa invece quando i figli compiono 12 anni.

Indennità a causa di obblighi di custodia dei figli: quando e come?

Si ha diritto all’indennità anche per il lavoro a domicilio (telelavoro)?
Quando è possibile lavorare da casa, in linea di massima non sussiste il diritto all’indennizzo. Salariate e salariati che attuano il telelavoro hanno diritto ad un’indennità qualora vi sia una perdita di guadagno effettiva e il datore di lavoro riduca di fatto il loro salario.

Si ha diritto all’indennità anche durante le vacanze scolastiche dei figli?
Durante le vacanze scolastiche i genitori non hanno diritto all’indennità. Se però la custodia pianificata non può essere disponibile a causa della quarantena, i genitori hanno diritto all’indennità.

Quando inizia il diritto all’indennità?
Il diritto inizia il quarto giorno successivo all’adempimento di tutte le condizioni di diritto.

Quando cessa il diritto all’indennità?
Il diritto si estingue di fatto quando è stata trovata una soluzione per la custodia, l’obbligo di quarantena è stato revocato o la struttura di custodia è stata riaperta.

A quanto ammonta l’indennità?
L’indennità corrisponde all’80 per cento della perdita di salario attestata nel mese da indennizzare in rapporto al reddito soggetto all’AVS del 2019, ma al massimo a 196 franchi giornalieri.

Entrambi i genitori hanno diritto all’indennità?
Ogni genitore che adempie le condizioni ha diritto all’indennità. Tuttavia, è versata una sola indennità per giorno di lavoro.
Se entrambi i genitori hanno diritto all’indennità, è competente un’unica cassa di compensazione, ovvero quella del genitore che fa valere il suo diritto per primo.

Ho diritto in ogni caso all’indennità?
Se percepite già prestazioni di un’altra assicurazione sociale o privata, non avete diritto alla presente indennità.

Come si ottiene l’indennità?
Se siete membri della nostra cassa di compensazione, richiedetela tramite questo Modulo (318.755). Inviateci il modulo compilato per posta o via mail a eo@sva.gr.ch. I datori di lavoro possono inoltrare le domande anche tramite il portale AVSeasy.

Se siete affiliati a un’altra cassa di compensazione, quella è la cassa competente.

Assenze a causa della messa in quarantena

Se i vostri dipendenti hanno dovuto interrompere l’attività lucrativa per mettersi in quarantena per ordine del medico o delle autorità, e voi avete continuato a versare il salario, avete diritto all’indennità.

>   Indennità, requisiti e domanda

Quarantena

Se i vostri dipendenti hanno dovuto interrompere l’attività lucrativa perché hanno dovuto mettersi in quarantena, e voi avete continuato a versare il salario, avete diritto all’indennità per la perdita di lavoro.

lndennità a causa della messa in quarantena: quando e come?

Il diritto all’indennità sussiste solo in caso di messa in quarantena per ordine del medico o delle autorità. L’auto-isolamento non è sufficiente. Per l’indennità non è prevista un’età minima o massima: se le condizioni sono adempiute, vi hanno diritto anche minorenni (per es. apprendisti) e dipendenti in età pensionabile.

A chi è destinata questa indennità?
L’indennità è destinata a persone che non sono loro stesse malate di coronavirus, ma si trovano in quarantena a causa del contatto con una persona risultata positiva al test.

Viaggi in regioni a rischio di contagio:
Non ha diritto all’indennità di perdita di guadagno Corona chi a partire dal 6 luglio 2020 si reca in un'area a rischio ai sensi dell’ordinanza Covid-19 provvedimenti nel settore del traffico internazionale viaggiatori e dopo il rientro in Svizzera si deve mettere in quarantena.

Segnalazione dall’app SwissCovid:
Se una persona si mette in quarantena avendo ricevuto una segnalazione dall’applicazione dell’UFSP «SwissCovid», il diritto sussiste solo se, dopo ulteriori accertamenti, la quarantena è prescritta da un medico oppure ordinata dalle autorità. La semplice segnalazione dell’app non dà luogo al diritto.

Ho diritto all’indennità anche per il lavoro svolto da casa (home office)?
No, se i vostri dipendenti possono lavorare da casa, quale datore di lavoro non avete alcun diritto all’indennità.

Quando inizia e quando cessa il diritto all’indennità?
Inizia il giorno in cui sono adempiute tutte le condizioni, quindi al più presto il 17 marzo 2020. Il diritto cessa al termine della quarantena, ma al più tardi dopo il versamento di dieci indennità giornaliere (rispettivamente 7 indennità giornaliere se la quarantena inizia dall'8 febbraio 2021). Le indennità giornaliere devono essere percepite durante più giorni consecutivi.

A quanto ammonta l’indennità?
Ammonta all’80 per cento del reddito lordo medio da attività lucrativa conseguito prima dell’inizio del diritto, ma al massimo a CHF 196.00 al giorno.

Ho diritto in ogni caso all’indennità?
Se percepite già prestazioni di un’assicurazione d'indennità giornaliera in caso di malattia, quale datore di lavoro non avete alcun diritto all’indennità.

Come si ottiene l’indennità?
Se siete membri della nostra cassa di compensazione, richiedetela tramite questo Modulo (318.755). Inviateci il modulo compilato per posta o via mail a eo@sva.gr.ch. I datori di lavoro possono inoltrare le domande anche tramite il portale AVSeasy.

Se siete affiliati a un’altra cassa di compensazione, quella è la cassa competente.

Perdita di guadagno per persone particolarmente vulnerabili

Se i vostri dipendenti hanno dovuto interrompere l'attività a causa di essere una persona particolarmente vulnerabile e se non possono svolgere l'attività lucrativa da casa (telelavoro), avete diritto all'indennità per la perdita di guadagno.

>   Indennità, requisiti e domanda

Persone particolarmente vulnerabili

Se i vostri dipendenti hanno dovuto interrompere l'attività a causa di essere una persona particolarmente vulnerabile e se non possono svolgere l'attività lucrativa da casa (telelavoro), avete diritto all'indennità per la perdita di guadagno.

Indennità come persona particolarmente vulnerabile: quando e come?

Quali condizioni devono essere adempiute?
Le persone che non sono state vaccinate e che soffrono di una delle patologie preesistenti sottoelencate, così come le donne incinte, sono considerate come persone particolarmente vulnerabili:
• Ipertensione arteriosa
• Malattie cardiovascolari
• Malattie croniche delle vie respiratorie
• Diabete
• Malattie o terapie che indeboliscono il sistema immunitario
• Cancro
• Obesità

La richiesta dell’indennità deve essere accompagnata da un certificato medico che attesti l’appartenenza del richiedente al gruppo di persone particolarmente a rischio.

Si ha diritto all’indennità anche per il lavoro a domicilio (telelavoro)?
Se l’attività lucrativa può essere esercitata mediante il telelavoro, non si ha
diritto all’indennità.

Quando inizia il diritto all’indennità?
Il diritto inizia il giorno a partire dal quale sono adempiute tutte le condizioni per la concessione ma non prima del 18 gennaio 2021.

Quando cessa il diritto all’indennità?
Le persone particolarmente a rischio hanno diritto a un’indennità solo fino al giorno in cui sono completamente vaccinate contro il Covid-19. Il diritto cessa al riprendere dell’attività, ma al più tardi il 30 giugno 2021. Per il mese giugno occorre una nuova richiesta.  

A quanto ammonta l’indennità?
L’indennità corrisponde all’80 per cento della perdita di salario attestata nel mese da indennizzare in rapporto al reddito soggetto all’AVS del 2019, ma al massimo a 196 franchi giornalieri.

Com’è coordinata l’indennità con altre prestazioni?
L’indennità è sussidiaria rispetto alle altre prestazioni. Questo significa che se l’avente diritto percepisce già prestazioni di un’altra assicurazione sociale o privata, non può far valere il diritto alla presente indennità.

Come si ottiene l’indennità?
Se siete membri della nostra cassa di compensazione, richiedetela tramite questo Modulo (318.755). Inviateci il modulo compilato per posta o via mail a eo@sva.gr.ch. I datori di lavoro possono inoltrare le domande anche tramite il portale AVSeasy.

Se siete affiliati a un’altra cassa di compensazione, quella è la cassa competente.