Language
Indennità di maternità IM

Indennità in caso di maternità

Le madri che esercitano un'attività lucrativa o un attività lucrativa indipendente hanno diritto all'indennità di maternità per 14 settimane. L'indennità di maternità ammonta all'80% del reddito medio dell'attività lucrativa percepito prima del parto, ma al massimo franchi 196 al giorno. L'indennità di maternità è applicabile al regime dell'ordinamento delle indennità di perdita di guadagno (IPG).

Diritto

Hanno diritto all'indennità di maternità le donne che al momento della nascita del bambino:

  • esercitano un'attività lucrativa dipendente
  • esercitano un'attività lucrativa indipendente
  • sono disoccupate e ricevono un'indennità giornaliera dell'assicurazione contro la disoccupazione o adempirebbero le condizioni che vi danno diritto.

Per il diritto all'indennità di maternità è determinante la situazione al momento della nascita. È irrilevante se la madre dopo il parto continua a lavorare.

Condizioni di diritto

Il diritto all'indennità di maternità nasce se l'avente diritto:

  • era assicurata obbligatoriamente ai sensi della Legge sull'AVS durante i nove mesi immediatamente precedenti la nascita del bambino;
  • in quel periodo ha esercitato un'attività lucrativa per almeno cinque mesi.

Vengono presi in considerazione i periodi d'assicurazione o d'occupazione compiuti nell'UE o AELS.

Durata del diritto

Il diritto inizia il giorno del parto e termina al più tardi dopo 14 settimane o 98 giorni. Se, durante questo periodo, la madre riprende a tempo pieno o parziale l'attività lucrativa, il diritto all'indennità si estingue prima. In caso di degenza ospedaliera prolungata del neonato, la madre può chiedere che l'indennità sia versata soltanto a partire dal giorno in cui il figlio è accolto a casa.

Concorso di prestazioni di altre assicurazioni sociali con l'indennità di maternità

L'indennità di maternità ha la priorità se al momento della nascita sussiste un diritto a un'indennità giornaliera delle seguenti assicurazioni:

  • assicurazione contro la disoccupazione
  • assicurazione contro gli infortuni
  • assicurazione invalidità
  • assicurazione militare

Essa corrisponde almeno all'indennità versata fino a quel momento.

Importo e tipo di indennità

L'indennità di maternità ammonta all'80% del reddito medio lordo dell'attività lucrativa percepito prima del parto, ma al massimo a 196 franchi al giorno. L'indennità giornaliera massima è versata a chi guadagna un reddito mensile di franchi 7'350 (7'350 x 0.80 / 30 = franchi 196 al giorno).

Versamento

Se, durante il periodo in cui esiste il diritto all'indennità, la madre continua a percepire il suo salario, la Cassa di compensazione versa l'indennità di maternità al datore di lavoro. In tutti gli altri casi, la Cassa di compensazione versa l'indennità di maternità direttamente alla madre o alla persona legittima a riceverla.

Contributi

L'indennità di maternità versata direttamente all'avente diritto in sostituzione del salario conta come reddito, da cui devono essere dedotti i contributi AVS/AI/IPG. Dal salario dei dipendenti viene anche dedotto il contributo per la Cassa di disoccupazione (AD). L'indennità di maternità viene registrata nel Conto Individuale dell'AVS in modo che venga presa in considerazione per il calcolo di rendite future.

Imposta alla fonte

L'indennità di maternità a favore delle straniere è soggetta all'imposta alla fonte, fatta eccezione per le donne con permesso di domicilio (permesso C) oppure per le donne che di fatto vivono con il coniuge di cittadinanza svizzera o in possesso di un permesso di domicilio.

Richiesta

Il diritto all'indennità di maternità può essere fatto valere dalle seguenti persone presso la Cassa di compensazione competente:

  • dalla madre attraverso il datore di lavoro, se esercita un'attività lucrativa dipendente;
  • rivolgendosi direttamente alla Cassa di compensazione AVS competente, se esercita un'attività lucrativa indipendente.

In casi eccezionali l'indennità può essere richiesta dal datore di lavoro o da un familiare.