Smartphone-Navigation überspringen
Language
Certificato d'assicurazione AVS-AI

Il nuovo certificato d'assicurazione AVS-AI

Chi paga contributi o percepisce prestazioni, riceve un certificato d'assicurazione. Il certificato serve come conferma dell'assunzione nel registro degli assicurati.

Il certificato d'assicurazione deve essere assolutamente conservato. Quest'ultimo deve essere presentato al datore di lavoro con il cambiamento del posto di lavoro e alla cassa di compensazione AVS con la richiesta di prestazioni AVS o AI.

Procedimento di richiesta e di mutazione per datori di lavoro

Dal 1 giugno 2016 i datori di lavoro non dovranno più iscrivere i nuovi salariati entro 30 giorni presso la loro cassa di compensazione AVS. Basterà elencare i dipendenti sul conteggio salari di fine anno.

Il Consiglio federale ha messo in vigore il nuovo ordinamento a partire dal 1 giugno 2016. Porta ai datori di lavoro un significativo sgravio amministrativo. Per questo motivo viene soppresso anche l'attestato di assicurazione rilasciato dalle casse di compensazione a conferma dell'iscrizione dell'assicurato.

Eccezion fatta per: i nuovi dipendenti, che non sono in possesso di un numero di AVS, i quali devono essere segnalati entro 30 giorni dall'inizio del lavoro alla cassa di compensazione.

La preghiamo di annunciare tramite il formulario di richiesta per un certificato d'assicurazione i lavoratori che non sono ancora in possesso di un certificato d'assicurazione.

Il certificato d'assicurazione AVS-AI valevole finora

Il vecchio certificato d'assicurazione AVS deve essere conservato e in caso di bisogno (richiesta di una rendita AVS ecc.) inviato alla cassa di compensazione competente.

Il vecchio numero di AVS viene collegato con il nuovo numero. Questo numero mantiene dunque la sua validità. Con ciò può essere garantito che tutti i contributi, i quali vennero conteggiati su un conto con il numero d'assicurazione vecchio, possono essere visualizzati anche con il nuovo numero. Quindi non vanno persi nessun dati.